Cav. Giovanni Donato Print

Alla data del 9/10 luglio 43 è inquadrato in qualità di ufficiale topografo nel 54° Rgt art. (Col. Amedeo Moscato) facente parte della Divisione di fanteria mobile “Napoli”  (Gen. di div. Giulio Cesare Gotti Porcinari, vice com.te la divisione e com.te la fanteria è il Gen.di brig. Rosario Fiumara).
Comandati alcuni reparti della sua divisione di dirigersi da Palazzolo Acreide verso Siracusa per contrastare le forze Britanniche appena sbarcate, già il 10 luglio avvenivano i primi ed inaspettati scontri col nemico che ad insaputa del Comando divisione, si dirigeva in senso contrario da Siracusa verso Palazzolo.

Dopo una strenue resistenza durata 4 giorni di aspri combattimenti col nemico, di molto superiore per numero e mezzi (50° Div.fant. Britannica- Northumbrian, comandata dal Mj. gen. Sidney Kirkman), è fatto prigioniero alle ore 12,00 del 13 luglio 1943 al Km 19 della rotabile Siracusa –Palazzolo insieme al Gen. Gotti Porcinari ed al Col. Moscato, coi quali ed insieme a pochi altri, pur potendo sottrarsi alla cattura, aveva già deciso di rimanere comunque sul posto e non abbandonare le posizioni di prima linea nonostante il totale isolamento (i collegamenti radio erano saltati), l’accerchiamento dei reparti e nell’ultimo periodo di combattimento l’impossibilità di reagire a causa della mancanza di mezzi efficienti e dell’esaurimento delle munizioni, meritandosi così il rispetto e l’ammirazione del nemico.

Inviato in Egitto presso un campo Inglese (nel quale le condizioni di vita sono tutt’altro che buone), è liberato a Napoli l’11 aprile 1946 e congedato dopo 2 e 9 mesi di prigionia.

  • Decorato con Medaglia di Bronzo al V.M. nel 1948.
  • Decorato con Croce al Merito di Guerra nel 1953.
  • Nominato Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana nel 1957.
  • Promosso al grado di Maggiore (in congedo) nel 1958.
  • Decorato con Medaglia d’Oro ai Benemeriti della Scuola, Cultura e Arte nel 1965.
  • Nel 1983 gli è stata intitolata una scuola materna sita nel Comune di Nizza di Sicilia (Messina)